Asma Bronchiale Allergico

Asma Bronchiale Allergico

L’asma è una malattia infiammatoria cronica dell’apparato respiratorio, che si manifesta con crisi ricorrenti di difficoltà del respiro, tosse, respiro sibilante e sensazione di costrizione al torace, alternati a periodi più o meno lunghi di benessere. Insorge di solito in età infantile ma può insorgere a qualsiasi età. Nel mondo vi sono circa 300 milioni di asmatici. In Italia, si registra tra gli adulti una prevalenza del 4-5% (circa 2,5 milioni di casi); tra i bambini del 10%.

Il soggetto asmatico reagisce in modo esagerato verso sostanze che aspira o inala, poiché i suoi bronchi sono particolarmente sensibili verso sostanze che non sono abitualmente dannosi per altri individui. Questa ipersensibilità è detta “iperreattività bronchiale”. Non sono ancora del tutto chiari i meccanismi che sottendono alla comparsa della malattia, sembra tuttavia che siano di notevole importanza alcuni fattori genetici ma soprattutto ambientali.

asma

Durante un attacco acuto di asma, si produce una chiusura dei bronchi, con conseguente ostacolo al libero flusso di aria. Il soggetto avverte, pertanto, un senso di difficoltà del respiro, tosse, sibili e costrizione del torace.

Tenendo presente che affinchè insorga l’asma è necessario che il soggetto sia predisposto, i fattori che più di frequente si rendono responsabili dello stato asmatico sono:

  • Allergia: L’esposizione ad allergeni presenti nell’aria, come acari, pollini, muffe o altro, è in grado di provocare una reazione infiammatoria allergica nei soggetti predisposti. Principalmente in età pediatrica, ma non esclusivamente, anche eventuali allergie alimentari (per esempio a latte, uovo, etc) possono essere causa d’insorgenza di attacco asmatico.

  • Infezioni: Diversi virus e batteri (raffreddore, influenza, polmonite, etc) sono in grado di provocare l’infiammazione delle vie aeree, causando crisi asmatiche;

  • Sostanze chimiche: L’inalazione di sostanze irritanti negli asmatici è in grado di provocare un’infiammazione severa e quindi una crisi di asma (per esempio fumo di sigaretta, inquinamento, profumi), ma anche alcuni farmaci come gli antinfiammatori;

  • Stress: Situazioni di forte stress fisico, per esempio a seguito di attività sportiva più o meno intensa, o psicologico possono causare broncocostrizione.

  • Freddo: L’esposizione ad ambienti freddi può essere causa di attacchi asmatici.

  • Ridere, cantare, piangere

  • Reflusso gastroesofageo

La diagnosi si effettua attraverso:

  • Storia clinica
  • Esame obiettivo
  • Test di funzionalità respiratoria, come la spirometria, in grado di misurare la capacità respiratoria del paziente e quindi valutarne la eventuale compromissione.
  • Test allergologici
  • Radiografia del torace