La Visita Ematologica + striscio di sangue periferico è effettuata dall’ematologo che si occupa dello studio delle malattie del sangue e del sistema linfatico, consente, pertanto, l’inquadramento diagnostico (mediante visita e striscio di sangue periferico) delle leucocitosi (incremento dei globuli bianchi) / leucopenie (riduzione dei globuli bianchi), anemie (riduzione dell’emoglobina) / poliglobulie (incremento dell’emoglobina), piastrinosi (incremento delle piastrine) / piastrinopenie (riduzione delle piastrine), linfoadenopatie (aumento di dimensione dei linfonodi), splenomegalia (incremento di dimensione della milza).

E’ indispensabile per una corretta valutazione diagnostica in campo ematologico.
La colorazione si esegue con la metodica di May-Grunwald-Giemsa. L’esame microscopico dello striscio di sangue periferico, ci consente di individuare modifiche di forma e di dimensioni dei globuli rossi, ldi studiare la morfologia dei leucociti, eventuali variazioni della formula leucocitaria con la presenza o meno di cellule immature. Inoltre è possibile valutare la presenza di piastrine, la morfologia di queste e la possibile presenza di aggregati.