La Visita Ortopedica prevede una fase iniziale caratterizzata da un’anamnesi completa relativa alla situazione clinica attuale del paziente e alla continua… storia clinica passata con riguardo a malattie pregresse, malattie presenti in famiglia, eventuali farmaci assunti e analisi di disturbi passati o presenti. Si passa poi all’analisi delle struttura e delle funzioni dell’apparato locomotore oggetto di patologia o alterazioni. L’apparato locomotore è l’insieme di ossa, articolazioni e muscoli che consentono al corpo di stare in piedi, di camminare e di compiere qualsiasi altro tipo di movimento. Le più comuni patologie di interesse ortopedico sono l’artrosi dell’anca e del ginocchio (patologia degenerativa delle articolazioni), le meniscopatie (sofferenze del menisco, che è un elemento del ginocchio), periartrite (infiammazione dei tessuti che circondano un’articolazione) e sindrome del tunnel carpale (sofferenza di un nervo della mano).
Durante la visita lo specialista valuta altri importanti aspetti tra i quali la postura, la forza muscolare, i range di movimento, eventuali gonfiori e riflessi. Durante la visita, l’ortopedico visiona eventuali radiografie che consentono di fornire una misura corretta del danno articolare o della deformità. A volte possono essere utili ulteriori esami strumentali per confermare la diagnosi.