Trattamento delle Allergie Respiratorie

Trattamento delle Allergie Respiratorie

Per alleviare i sintomi dell’allergia si ricorre ai cosiddetti farmaci sintomatici (antistaminici e/o cortisonici). Per combattere la causa dell’allergia si ricorre alla desensibilizzazione (ITS, immunoterapia specifica) per un periodo di almeno 3 anni consecutivi. L’immunoterapia tratta i sintomi, previene l’aggravamento della patologia, evita la comparsa di nuove allergie, evita che la rinite evolva in asma, migliora la qualità di vita del paziente. In alcuni casi, il miglioramento dei sintomi è permanente. Nel corso della desensibilizzazione si somministrano al paziente dosi crescenti di uno o più allergeni che provocano la reazione allergica.

Le forme di immunoterapia sono 2:

10

- Sublinguale: l’allergene viene lasciato per breve tempo sotto la lingua e poi ingoiato.

11

Sottocutanea: l’estratto allergenico viene iniettato ogni 7-14 giorni in dosi sempre maggiori fino al raggiungimento di una dose massima. A questo punto, le iniezioni vengono praticate una volta al mese per 3 anni.

Dopo la terapia desensibilizzante, il 95% dei pazienti con allergia al veleno di api o vespe, l’85-95% degli allergici al polline, il 70-80% degli allergici agli acari della polvere e il 60-70% dei pazienti allergici alle muffe ha un evidente miglioramento del disturbo.